Fiorentina, Pioli: "Non siamo stanchi, meritiamo l'Europa per quello che abbiamo superato"

Fiorentina, Pioli:

"È stata una partita strana e particolare".

A seguire vi proponiamo un estratto della conferenza stampa di Beppe Iachini, avversario della Fiorentina domani con il suo Sassuolo: "Sicuramente abbiamo una partita importante, ma da ognuna delle ultime cinque gare dobbiamo ricavare prestazione e risultato". Loro hanno saputo approfittare di qualche nostro errore, sapevamo della loro qualità. "Deve rimanere concentrato e ha il vantaggio che domani giocherà quindi farà bene". "L'assenza di Pezzella peserà, ma ci sono altri giocatori all'altezza".

L'esplosione di Veretout: "Ha margini di miglioramento, è normale a 25 anni". Mi piace per la tenacia e la determinazione che mette in campo, sradica palloni dai piedi di qualunque avversario. "E come me hanno fatto anche i giocatori". Dragowski è un ottimo portiere entrato in una situazione non facile. "A gennaio lui e la società hanno preso questa decisione".

La squadra ha ancora tanta benzina?

Sulla corsa: "Abbiamo corso molto di più della Lazio". Non credo che domani avremo problemi di assetto: i ragazzi sanno come mettersi e difendere ma dovrà essere tutta la squadra a lavorare in un certo modo. Se penso al mercato? Io vedo tutti vogliosi di proseguire qui, ma il mercato è imprevedibile. Adesso però abbiamo un impegno da portare a termine: "dare il massimo fino al 20 maggio". Il grave lutto ha dato compattezza all'ambiente, sono alla ricerca di soddisfazioni da dedicare a un ragazzo che purtroppo non c'è più. "In Italia facciamo fatica a cambiare mentalità, poi ci chiediamo perché la Nazionale non è andata al Mondiale". Da inizio anno qualcuno si lamenta e non credo che sia questo il modo di comportarsi. "Io potevo andare via l'anno della retrocessione ma sono rimasto". La gara di domani è una tappa importante per i nostri obiettivi, vogliamo chiudere bene una settimana storta dal punto di vista dei risultati. Ma giocheranno altri, che hanno caratteristiche diverse. "Non sono preoccupato dalla nostra difesa inedita, tutta la squadra deve essere compatta e ben posizionata".

Sulla condizione della squadra e dei singoli: "I giocatori stanno bene".

Su Badelj: "Sta meglio, sta lavorando con ritmo e continuità. La prossima settimana sarà decisiva e speriamo di averlo con il Napoli". Abbiamo comunque giocato con ritmo, intensità, generosità, volontà.

"Se sarà negli undici sarà lui il capitano. Farà caldo e vedrò se sarà il caso di schierare qualcuno con più energie fisiche". La fascia è una cosa significativa da portare, essere il capitano è onore e orgoglio e chi la indossa deve saperla portare. "Ed anche domani dobbiamo fare così". Sassuolo e Fiorentina si troveranno sabato 21 aprile al Mapei Stadium per una sfida che mette in palio punti per l'Europa e per la salvezza. Sapete quanto sia toccato da ciò che è successo ma dobbiamo dar merito ai giocatori per tutto quello che hanno fatto e non solo per quella situazione.