Giornata contro l'omofobia: la mostra 'Famiglie' sul totem in piazza Duomo

Giornata contro l'omofobia: la mostra 'Famiglie' sul totem in piazza Duomo

Per la Giornata Internazionale contro l'omofobia, la transfobia e la bifobia, il 17 maggio, Esedomani Terni - associazione LGBTQI della città di Terni, organizza una serie di iniziative, patrocinate dal Comune di Terni.

Fabrizio Marrazzo, Portavoce di Gay Center e Responsabile del Numero verde Gay Help Line sottolinea che "il dato che emerge maggiormente nell'ultimo anno, è il crescente livello di omofobia con un incremento del 2% (ora al 72%) ed un aumento del 4% (ora al 17%) dei ricatti a scapito delle persone lesbiche e gay non dichiarate la comunicazione tramite social, rende sempre più facilmente ritracciabile l'orientamento sessuale degli utenti, potendo monitorare i gruppi di interesse, le amicizie, etc., esponendo in questo modo le persone LGBT più facilmente alle violenze ed ai ricatti di singoli o gruppi".

"Il centro risorse Lgbti mette on line un sito - spiega una delle promotrici, Valeria Roberti - per poter raccogliere le denunce di discriminazione e di tutti i casi di omofobia, lesbofobia e transfobia che le persone Lgbt hanno subito nel territorio bolognese", tramite una procedura "anonima, molto semplice e diretta". Alle 20.30 poi si terrà la veglia e alle 21.30 ci sarà la Fiaccolata di luce con partenza dalla Chiesa Battista per ricordare le vittime dell'omotransfobia e di tutte le discriminazioni, organizzata dal Gruppo Kairos.

Venerdì 18 maggio, ore 18. I colori della relazione': nell'occasione sono previsti presentazioni di libri, interventi di esperti e performance, a cura dei Teatri d'Imbarco, l'associazione Agedo, il Movimento Identità transessuale, Rete Lenford.

Gay Pride Roma
HDGetty Images

Durante la giornata ci sarà anche un'area bimbi, dove sarà richiesto un contributo, il cui ricavato verrà interamente donato all'Associazione vicentina per le leucemie e i linfomi (Avill).

La data ricorda il 17 maggio 1990 quando l'organizzazione mondiale della sanità ha depennato dalla lista delle patologie mentali, l'omosessualità. Alle 17.30 sarà proiettato il cortometraggio 'La bella e la bestia' (Teatri dell'Invasione), un monologo tratto dallo spettacolo 'L'ascensore' di Stefano Silvestri. Sarà presente anche lautore. L'essere gay, per quanto riguarda il lato strettamente sessuale della cosa, non si può definire proprio una scoperta: esattamente come tutti gli altri (etero, bisessuali o etero), credo, la mia attrazione era focalizzata sopratutto sui maschi, e non mi curavo di quello che potesse piacere agli altri bambini.

Lingresso agli spettacoli è a pagamento ed è consigliabile la prenotazione.