Aggressione ospedale, parente paziente sferra un pugno all'infermiere

Aggressione ospedale, parente paziente sferra un pugno all'infermiere

PALERMO, 16 MAG Ennesimo episodio di violenza all'ospedale Civico di Palermo dove un uomo ieri sera ha ferito al volto un operatore sanitario che tentava di impedirgli l'accesso al reparto di oncologia durante l'orario della visita ai degenti, perché accompagnato dal figlio minore, causandogli un trauma facciale guaribile in sette giorni. E la reazione è stata un pugno in faccia. Una volta negato l'ingresso, il litigio, prima le urla e poi il colpo al volto sferrato alla presenza di un bimbo tenuto per mano dallo stesso.

I poliziotti intervenuti in ospedale hanno raccolto le testimonianze della vittima e di altri presenti. Sono state inoltre acquisite le immagini delle telecamere di video-sorveglianza. Da tempo chiediamo che si prendano provvedimenti concreti a tutela di questi lavoratori, che operano in condizioni di reale rischio per l'incolumità personale. "Il Comune non può che confermare il proprio sostegno ad ogni misura che sarà adottata e realizzata nei tempi più brevi possibili, perché gli ospedali siano luoghi di cura ed assistenza dignitosi per i pazienti e di lavoro sereno per i medici e tutto il personale".