Whitney Houston shock: gli abusi dalla cugina!

Whitney Houston shock: gli abusi dalla cugina!

Grazie a testimonianze inedite "Whitney" racconta di una vita travagliata e di un trauma che ha segnato per sempre la vita di Whitney Houston: è stata abusata sessualmente dalla cugina Dee-Dee Warwick. Passato fuori concorso a Cannes e prossimamente in sala in Italia con un'uscita evento, Whitney arriva due anni dopo quello che Nick Broomfield aveva già dedicato all'artista, e contiene rivelazioni sconcertanti.

Il 19 maggio la voce di Whitney Houston farà ballare gli invitati al matrimonio dell'anno. Una vita, quella della Houston, che è stata segnata anche da particolari tremendi, come l'abuso subito dalla cugina Dee Dee Warwick, sorella di Dionne.

Se pensavamo di sapere tutto sulla cantante che ha venduto decine di milioni di dischi in tutto il mondo, "Whitney" fa luce su un avvenimento che ha segnato in modo indelebile la vita dell'interprete di "Run to you". "Mi ha riferito che è stato maltrattato da questa persona e riferito inoltre, 'Penso che abbia abusato di Whitney'", ha detto Macdonald a IndieWire.

Diversi parenti e amici della compianta diva della musica internazionale Whitney Houston, morta per annegamento accidentale nella vasca da bagno di una stanza di un hotel a Beverly Hills l'11 febbraio 2012 in seguito a un'eccessiva assunzione di droghe e a una malattia vascolare, hanno confermato la versione dei fatti fornita dal fratellastro di The Voice, l'ex giocatore di basket NBA Gary Garland. "C'era qualcosa di molto disturbato in lei - ha confidato il regista a Vanity Fair -, come se non si sentisse mai a proprio agio nei suoi panni". Era una donna bellissima, ma non era mai particolarmente sensuale.

"Whitney" uscirà nei cinema americani il 6 luglio mentre non si conosce ancora la data d'uscita in Italia.