Finale, sarà Palermo-Frosinone I ciociari resistono al Cittadella

Finale, sarà Palermo-Frosinone I ciociari resistono al Cittadella

Saranno Palermo e Frosinone a sfidarsi per il massimo campionato italiano nel doppio confronto della finale dei playoff di Serie B, si infrangono i sogni di Venezia e Cittadella.

Diverse novità nel Palermo: Stellone torna alla difesa a 3 con Bellusci out, linea composta da Rajkovic, Struna e Dawidowicz.

C'è Ilija Nestorovski, il capitano, al quale Roberto Stellone con qualche panchina in più avrà fatto venire tanta fame che stasera, dal 1' o a partita in corso, si mangerà il campo e gli avversari. Coronado cerca di non dare punti di riferimento, gli esterni siciliani si alzano e fanno da ali d'attacco, ma la difesa ciociara tiene. Sempre il macedone al 21' in area viene trattenuto e colpisce alto di testa.

Il vantaggio dei padroni di casa arriva al 47' della ripresa, con un gol di Gori che con un destro in corsa batte Alfonso e fa letteralmente esplodere di gioia il Benito Stirpe. I rosanero non creano un granché ma tengono altissima la tensione nella retroguardia giallazzurra, sino a trovare il vantaggio: solita palla insidiosissima di Coronado dalla bandierina e Terranova, spaventato dalla presenza di Dawidowicz e La Gumina, devia nella propria porta disimpegnando maldestramente. Una gara che dura quindi 180 minuti e che vive sulle sull'agonismo più acceso anche perché le due squadre erano attrezzate per la promozione diretta e invece si ritrovano a doversi affrontare in un match di andata e ritorno per l'unico posto ancora rimasto vacante.