Per la Bild ultimatum del ministro degli Interni Seehofer alla Merkel

Per la Bild ultimatum del ministro degli Interni Seehofer alla Merkel

Lo ha dichiarato la cancelliera tedesca, Angela Merkel, durante la conferenza stampa congiunta con il presidente francese, Emmanuel Macron, a Mesemberg, fuori Berlino. "Accoglieremo le valutazioni dell'Italia sulla migrazione", ha detto Merkel sottolineando come l'Italia sia un Paese particolarmente esposto. "Su richiesta dell'Italia - ha spiegato - vogliamo proprio aiutare con la nostra solidarietà e la solidarietà in Europa è qualcosa che accogliamo a braccia aperte". "Noi sosteniamo le proposte della Commissione e il rafforzamento di Frontex".

"La posta in gioco per l'Europa è altissima - ha detto Conte -, i temi dell'immigrazione e della governance economica dell'Ue possono e devono essere occasione per pervenire a costruire un'Europa più forte e più equa che possa rispondere ai bisogni primari dei cittadini". Mentre Macron ricorda: "In Europa servono più sovranità e più compattezza".

Berlino, 18 giu - In Germania la linea del ministro dell'Interno Horst Seehofer sembra sempre più dominante e sta mettendo all'angolo Angela Merkel.

Se non si troverà un'intesa Ue entro fine giugno, Seehofer ordinerà alla polizia di frontiera di cominciare i respingimenti dei migranti. "La mia risposta - dice la cancelliera - è che il ministero dell'Interno ha pubblicato le statistiche federali sul crimine, e che queste parlano da sé. Ma siamo di fronte a numeri incoraggianti sui cui continuare a lavorare per ridurre la criminalità".

"Sull'eurozona abbiamo raggiunto un buon risultato", ha detto ancora Angela Merkel.

Ad aggravare ulteriormente la situazione, che potrebbe sfociare in una vera e propria crisi appena pochi mesi dopo la travagliata formazione dell'attuale esecutivo, arrivano dei sondaggi molto preoccupanti per i tre partiti alleati nella Grosse Koalition: secondo l'Istituto Forsa, Cdu e Csu avrebbero insieme il 30%, la Spd il 16%, quindi non raggiungerebbero assieme la maggioranza al Bundestag.